GIURISPRUDENZA

Revoca amministratore di condominio soggetta a mediazione – Invito del giudice al mediatore a formulare una proposta

 Tribunale di Vasto, ordinanza 4.5.2017 – Est. Pasquale. Commento a cura dell’avv. Giuseppe Ruotolo. La procedura di revoca dell’amministratore di condominio è soggetta alla mediazione obbligatoria in forza delle specifiche e speciali disposizioni normative sopravvenute con la riforma del condominio, di cui agli artt. 71 quater e 64 disposizioni attuazione codice civile. Tali norme devono […]

L’avvocato raggiunge un accordo in mediazione? Non ha diritto alla liquidazione delle spese a carico dello Stato

 Tribunale di Roma, decreto 11.01.2018 – Est. Monastero. Commento a cura dell’avv. Simone Tagliaferro. Non può porsi a carico dello Stato il compenso professionale dell’avvocato che abbia assistito una parte ammessa al gratuito patrocinio nell’ambito della procedura obbligatoria di mediazione e qualora le parti abbiamo raggiunto un accordo e non sia stato instaurato il giudizio. […]

E’ improcedibile la domanda giudiziale non preceduta dalla mediazione contrattuale

 Tribunale di Roma, sentenza 10.10.2017 – Est. Battagliese. Commento a cura dell’avv. Guido Trabucchi. Se le parti hanno previsto nel regolamento contrattuale di avviare la mediazione prima di ricorrere in tribunale, va dichiarata la improcedibilità della domanda giudiziale non preceduta dal tentativo di conciliazione. Il patto con cui le parti vincolano il diritto di agire […]

L’assenza è comportamento valutabile nel merito della causa

 Corte di Appello di Napoli, ordinanza 9.11.2017 – Est. Presid. Chiappetta. Commento a cura dell’avv. Elisa Fichera. La mediazione in appello può dirsi correttamente esperita con la presenza personale delle parti e con l’assistenza di un avvocato e delle parti eventualmente contumaci (a cui va notificata la mediazione). Tale presenza personale non potrà limitarsi a […]

La proposta del mediatore può essere raccomandata dal giudice

 Tribunale di Siracusa, ordinanza 5.7.2015 – Est. Rizzo. Commento a cura dell’avv. Giuseppe Ruotolo. Nell’ordinanza che dispone l’avvio della mediazione, il giudice evidenzia alle parti la necessità che l’attività di mediazione sia concretamente espletata ed invita il mediatore a formulare una proposta anche in assenza di congiunta richiesta dei mediandi.

Nella mediazione delegata occorre superare il primo incontro.

 Tribunale di Roma, sentenza 5.10.2017 – Est. Moriconi. Commento a cura dell’avv. Massimilano Paolettoni. Nella mediazione delegata è richiesta l’effettiva partecipazione al procedimento di mediazione demandata, laddove per effettiva si richiede che le parti non si fermino alla sessione informativa e che oltre agli avvocati difensori siano presenti le parti personalmente, e che la mancata […]

La mediazione ante causam deve superare il primo incontro

  Tribunale di Civitavecchia, ordinanza 15.1.2016 – Est. Febbraro. Commento a cura dell’avv. Simone Tagliaferro. La procedura di mediazione prevista quale condizione di procedibilità della domanda (c.d. ante causam) che non supera il primo incontro, non può dirsi correttamente esperita e va rinnovata o riavviata.

Il giudice può ordinare l’esibizione della procura conferita all’avvocato per la mediazione

 Tribunale di Bologna, ordinanza 17.11.2017 – Est. Neri. Commento a cura dell’avv. Giuseppe Ruotolo. Per valutare il corretto esperimento della mediazione nel caso una parte contesti all’altra il difetto di procura conferita per la mediazione, il giudice, ex art. 210 cpc, può ordinare all’organismo di depositare la procura prodotta agli atti del procedimento conciliativo.  

La nozione di unico centro di interessi non si applica nel caso della divisione ereditaria

 Tribunale di Padova, sentenza 19.10.2017 – Est. Reale. Commento a cura dell’avv. Guido Trabucchi. Nel caso di controversia relativa ad una divisione ereditaria, non può applicarsi ai convenuti in mediazione l’indennità come se essi costituissero una sola parte, non rappresentando essi un “unico centro di interessi”. Ed invero, la controversia che riguarda una divisione ereditaria […]

Pubblica Amministrazione assente in mediazione e danno erariale.

 Tribunale di Roma, ordinanza 22.6.2015 – Est. Moriconi. Commento a cura dell’avv. Aldo Corcioni. La pubblica amministrazione che assume una condotta agnostica, immotivatamente anodina e deresponsabilizzata verso la proposta formulata dal giudice ex art. 185 bis cpc o contravvenendo all’ordine del giudice di avviare e, quindi, partecipare alla mediazione, potrebbe esporla a danno erariale. Conseguenze […]